Arrivano i primi approcci con il sole e, se la pelle non è ben protetta, si va incontro a spiacevoli inconvenienti come le scottature.

L’eritema solare è una vera e propria scottatura di primo grado e compare dopo diverse ore l’esposizione.

In genere il maggiore responsabile è l’esposizione al sole senza protezione adeguata; in altri casi può trattarsi anche di una vera sensibilità, ovvero un’allergia al sole scatenata a sua volta da diversi fattori, come l’assunzione di farmaci (antibiotici e contraccettivi in primis) o diverse intolleranze alimentari.

Come si manifesta l’eritema solare?

I sintomi più comuni sono:

  • Arrossamento della pelle
  • Prurito e bruciore
  • Innalzamento della temperatura corporea
  • Gonfiore e bolle

Le parti maggiormente colpite sono generalmente il viso, le spalle e il petto, ma può interessare anche gli arti inferiori e perfino il cuoio capelluto.

Come possiamo prevenirlo?

La risposta è semplicissima: basta esporsi al sole in maniera corretta, in orari non “di punta” quindi evitando la fascia oraria che va dalle 12 alle 16, e proteggendo la pelle con apposite creme solari ad alta protezione da scegliere attentamente in farmacia tenendo presente il proprio fototipo.

Per un’efficace prevenzione degli eritemi solari è consigliabile assumere, a partire da 2-3 settimane prima dell’esposizione, integratori contenenti sostanze antiossidanti, tra le quali spicchino vitamine liposolubili come la vitamina A, il betacarotene e la vitamina E: i minerali (in particolare potassio e magnesio) saranno utili per integrare le perdite inevitabili durante l’esposizione al sole.

I rimedi per l’eritema

Di norma la guarigione dell’eritema solare si ha dopo pochi giorni.  Nel caso di ustioni serie la guarigione richiede almeno una settimana e la pelle esposta, dopo la scottatura, sarà più sottile e delicata quindi va protetta con particolare cura dall’esposizione solare. In seguito ad una scottatura solare è buona norma lavare la zona interessata o con acqua fresca (senza strofinare) o nebulizzando acqua termale poiché ha un effetto lenitivo. In seguito utilizzare creme naturali a base di calendula e aloe in quanto presentano proprietà lenitive e rinfrescanti. Nei casi più gravi bisogna ricorrere a creme a base di antiinfiammatori, antistaminici e addirittura cortisonici.

E tu sei pronta per l’abbronzatura?

Non fatevi trovare impreparati, chiedi consiglio al tuo farmacista!