L’influenza è una malattia provocata da virus che infettano le vie aeree. Spesso vengono etichettate come “influenza” altre affezioni delle prime vie respiratorie, sia di natura batterica che virale, che possono presentarsi con sintomi molto simili.

I sintomi consistono in:

  • febbre o febbricola,
  • malessere/spossatezza,
  • mal di testa,
  • dolori muscolari,
  • tosse,
  • mal di gola,
  • respiro affannoso.

L’influenza si trasmette per via aerea, attraverso le goccioline di saliva e le secrezioni respiratorie.

Ecco alcune semplici regole per prevenire e combattere i sintomi dell’influenza:

  1. Detergere le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone;
  2. Ripararsi la bocca e il naso quando si tossisce o si starnutisce (e dopo lavarsi le mani);
  3. Evitare di toccare occhi, naso e bocca, facili vie di entrata dei virus;
  4. Rimanere a casa quando si manifestano i sintomi di influenza;
  5. Evitare i luoghi affollati quando i casi di malattia sono molto numerosi.

Oltre a queste regole igieniche, è possibile prevenire l’influenza anche mediante la somministrazione di vaccini specifici antinfluenzali. Il periodo migliore per vaccinarsi va dalla metà di ottobre fino a fine dicembre.

Il vaccino antinfluenzale è indicato per tutti i soggetti che desiderano evitare la malattia influenzale e che non abbiano specifiche controindicazioni.
È raccomandato in particolare per i soggetti che per le loro condizioni corrono un maggior rischio di andare incontro a complicanze, come anziani, bambini e adulti affetti da patologie (malattie respiratorie, cardiache, insufficienza renale, diabete, tumori ecc.) che aumentano il rischio di complicanze . Raccomandata anche ai famigliari conviventi dei soggetti a rischio

Se una persona non può o non vuole vaccinarsi, un valido aiuto arriva dal mondo naturale: soprattutto a tavola ma anche con supplementazioni adatte alle singole esigenze.

Possiamo aiutarci innanzitutto con una sana alimentazione; cibi freschi, crudi, integrali, frutta e verdura di stagione. Poiché la vitamina C, viene quasi completamente distrutta dalla cottura è consigliabile consumare ortaggi crudi e frutta fresca di stagione come gli agrumi ed il kiwi.

Attualmente fonti autorevoli raccomandano di assumere un supplemento di vitamina C durante il periodo invernale utilizzando integratori correttamente bilanciati nei fabbisogni giornalieri e autorizzati dal ministero della salute

La fitoterapia ci aiuta con varie piante ad effetto terapeutico ed immunostimolante come: l’Echinacea, la Rosa canina, l’Acerola, l’Uncaria tomentosa, il Ribes Nigrum, e molte altre ancora, oltre al famoso prodotto dell’alveare, il propoli. Queste piante sono ricche di vitamine, oligoelementi ed altre componenti importanti in grado di aiutare le nostre difese.

Anche i probiotici, grazie alla loro capacità di stimolare le difese immunitarie aiutano a prevenire influenza e sindromi parainfluenzali.

Esistono poi in commercio degli immunomodulanti di tipo sia omeopatico che fitoterapico che possono lavorare in sinergia con l’alimentazione contribuendo al benessere e alla buona salute del periodo invernale.

C’è un’ultima soluzione, del tutto gratuita ed efficacissima: nonostante il freddo e la brutta stagione: il movimento. Le ricerche dimostrano infatti che per prevenire influenza e malattie stagionali è necessario muoversi con costanza e regolarità: chi predilige la sedentarietà ha quasi il doppio delle probabilità di ammalarsi di disturbi da raffreddamento e ha tempi di ripresa più lunghi.

E voi quale rimedio usate per evitare i malanni invernali?

Il farmacista ti può aiutare a scegliere la soluzione più giusta per te. Vieni in farmacia per un consiglio.

 

Credit Photo: Designed by Lyashenko