1) Ritorno sui banchi di scuola = Stress
Niente lezioni, meno compiti e tanto tempo per il gioco: le vacanze sono un vero paradiso per i più piccoli e cambiare completamente vita può facilmente essere causa di stress, che nei bambini, manche negli adulti può tradursi in nervosismo, inappetenza,difficoltà di concentrazione, insonnia e anche mal di testa. È importante, quindi, permettere ai ragazzi di riacquistare le normali abitudini in maniera graduale, rientrando nella routine con un’attività piacevole e con un ritmo più lento. Per questo può essere utile invitare a giocare qualche compagno di classe prima del rientro sui banchi di scuola, dedicare 15 minuti al giorno per finire i compiti delle vacanze o, se li si è già terminati, proporre di fare un disegno o scrivere un racconto. Se tutto ciò non dovesse bastare e i disturbi legati allo stress persistessero, i medicinali omeopatici possono essere utili per affrontare questi disagi.

2) Sport = valvola di sfogo
Dopo le vacanze i bambini possono “fermarsi”, per cui vanno invogliati a riprendere una vita attiva. Lo sport può aiutarli a scaricare energia e, nello stesso tempo, farà bene alla loro salute e al loro sviluppo. Le ore trascorse a scuola, sommate al tempo necessario per lo svolgimento dei compiti a casa e al tempo trascorso davanti a televisione, computer e videogiochi, possono impigrire il bambino e condizionarne il benessere e l’equilibrio psicofisico. I bambini che svolgono una regolare attività fisica dimostrano una maggior fiducia in sé, sono portati ad una maggior autostima, alla facilità nei rapporti con gli altri e a una maggior sopportazione dello stress. Inoltre, l’esercizio fisico comporta migliore mobilità articolare, tonicità muscolare e corretta postura. Anche in questo caso, è molto importante che l’inizio dell’attività fisica avvenga gradualmente.

3) medicinali omeopatici = Super alleati contro influenza e sindromi influenzali
L’aula scolastica è uno degli ambienti dove è più facile contrarre i virus simil-influenzali che causano i disturbi invernali più frequenti: raffreddore, tosse, “mal di gola” e influenza . questi disturbi sono accumunati da alcuni elementi: hanno tutte una natura virale, colpiscono l’apparato respiratorio, sono più frequenti nei mesi freddi e, a volte, possono dare luogo a sintomi simili e dunque non specifici. L’omeopatia può essere una soluzione importante anche per la prevenzione di queste patologie.