La caduta dei capelli viene vissuta, soprattutto dalle donne, con eccessiva apprensione specialmente durante l’autunno, periodo in cui tale caduta tende notevolmente a intensificarsi. In realtà la perdita dei capelli stagionale è un fenomeno temporaneo, naturale e reversibile, che andrebbe semplicemente affrontato senza troppi allarmismi.

Che cosa fare in caso di caduta dei capelli?

Importantissimo è non farsi prendere dal panico della caduta dei capelli; questa condizione, purtroppo, ne accentua la caduta. Se ci si accorge che i capelli stanno cadendo o diradandosi si deve tenere presente che i fattori responsabili della caduta dei capelli sono veramente tanti:

  • la predisposizione genetica (che è quella più importante),
  • gli ormoni o, meglio, la risposta dell’organismo agli ormoni,
  • la nutrizione del sangue ai capelli,
  • le diete drastiche che causano numerose carenze (soprattutto di ferro),
  • lo stress prolungato e l’uso di alcuni farmaci.

Anche interventi chirurgici e traumi psichici o fisici inducono un periodo di caduta dei capelli così come il periodo subito dopo il parto, con le sue improvvise variazioni ormonali.

Come si può combattere la caduta stagionale?

Mediamente si stima che ciascuno arrivi a perdere quotidianamente tra i 50 e i 70 capelli al giorno, ma nel periodo autunnale la caduta dei capelli tende a intensificarsi, e nella maggior parte dei casi si tratta di un fenomeno fisiologico di ricambio naturale: i capelli hanno un loro ciclo di crescita che durante l’autunno e la primavera, mesi in cui ci accorgiamo di perderli, tende ad accelerare a causa del cambiamento climatico. In questi casi la perdita dei capelli è dovuta al “rinnovamento”.

In fase acuta è possibile agire sul problema assumendo integratori alimentari a base di vitamine dei gruppo B ed E, e Sali minerali, in modo da accelerare la fase di ricrescita successiva alla caduta. Per quanto riguarda l’alimentazione, durante il periodo della caduta, bisognerebbe privilegiare frutta e verdura di stagione, tutti i pesci ricchi di Omega3, latticini, uova e legumi.

I capelli, soprattutto in questa fase, non andrebbero mai lavati troppo spesso, in media due lavaggi a settimana, usando prodotti delicati non aggressivi. È possibile, eventualmente, utilizzare anche uno shampoo anti-caduta.

Attenzione però a prodotti di scarsa qualità, potrebbero peggiorare la situazione.

Si può prevenire la caduta di capelli?

Tu cosa ne pensi?