La pillola contraccettiva è il metodo anticoncezionale preferito dal 16% delle donne italiane; viene solitamente assunta per evitare gravidanze indesiderate o per “regolarizzare” il ciclo mestruale.

Tutti possono assumerla?

Per essere sicure di assumerla in sicurezza è essenziale prenderla sotto controllo medico: lo specialista, dopo un’attenta analisi, per escludere eventuali controindicazioni, vi prescriverà quella più adatta a voi e vi consiglierà controlli da effettuare annualmente: come analisi del sangue e visita ginecologica.

Quanto è sicura?

Ha una sicurezza contraccettiva del 99%, che la rende uno dei metodi di contraccezione più sicuri; ma ricordiamoci che la pillola può perdere la sua efficacia. Come? Purtroppo alcuni farmaci come antibiotici, anti-fungini, ma anche farmaci o integratori naturali contenenti iperico, ne limitano l’assorbimento e quindi diminuiscono notevolmente la sua copertura. Perde la sua efficacia anche se dopo la sua assunzione si verificano episodi di vomito o diarrea.

Ha effetti collaterali?

Si, ma li possiamo limitare agendo in prevenzione.
Uno degli effetti collaterali meno gravi ma più frequenti è la ritenzione idrica, che può causare senso di pesantezza alle gambe e favorire la comparsa di cellulite: possiamo prevenirla assumendo integratori a base di piante ad azione drenante e vaso-protettrice.
Tenete sotto controllo la pressione sanguigna e i valori di trigliceridi e colesterolo che potrebbero subire un aumento. Attenzione anche ai raggi del sole: le donne che assumono la pillola sono più esposte al rischio di macchie cutanee. Scegliete sempre una crema con un alto fattore di protezione solare da usare tutto l’anno, specialmente in caso di esposizione prolungate.

Avete altri dubbi? Non esitate a chiedere consiglio al medico o al vostro farmacista di fiducia!